Atlad 20 – L’oscurità che mi circonda (nona parte)

Miriam alzò lo sguardo e vide Mark accasciarsi sulla lancia. La mano che reggeva la spada si aprì ed essa scivolò a terra. La pioggia smise di cadere e attorno a loro ci fu silenzio. Miriam estrasse la lancia dal corpo di Mark e istintivamente corse da lui prima che cadesse a terra, aiutandolo a sdraiarsi. Il ragazzo guardò Miriam in lacrime. La ferita lo trapassava da parte a parte, il sangue usciva a fiotti.

«Stein hai provato a salvarlo però» sussurrò Mark con il poco fiato che aveva.

«Stein non ha provato a ingannarmi.»

«Ti ha tenuto nascosto una cosa però.»

Miriam mise il broncio.

«A quanto pare lo sapete tutti tranne me.»

Mark rise. Cercò la mano di Miriam per stringerla.

«Io ti amo davvero, lo sai? Me la sono cercata, non sono forte come credevo.»

Miriam sentì di nuovo il dolore salire e iniziò a piangere. Strinse la mano di Mark e se la portò al volto. Era di nuovo lui, l’abisso non c’era più.

«Anch’io… e sì, te la sei cercata.»

Percepì la felicità di Mark, per lei fu un ulteriore problema. In quel momento sentiva se stessa, Mark e Aliat. Tre sentimenti molto diversi tra loro. Sentì la mano di Mark allentarsi.


Annunci

2 pensieri su “Atlad 20 – L’oscurità che mi circonda (nona parte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...