Storie di vampiri [recensione libro]

Questo libro fa parte della challenge! Un libro con più di 600 pagine!

Edit: non riesco a concludere la challenge… cercherò di leggere qualche altro libro e alcune recensioni arriveranno nel 2017.

storie di vampiri

scheda

 Autore: Aa. Vv.

Edizione: digitale (4,99€) e cartaceo (14,90 €)

Casa Editrice: Newton Compton Editori (21 luglio 2011)

Dimensioni: 3984 KB

Lunghezza stampa: 1589 pagine

Kobo – Amazon – Newton Compton trama

Da Polidori a Stoker, da Maupassant a Conan Doyle, oltre settanta autori ci accompagnano alla scoperta di una tra le figure più celebri della letteratura dell’orrore.

Edizioni integrali.

Sono raccolti in questo volume oltre settanta tra romanzi brevi e racconti di vampiri: storie di sangue, amore e morte in cui il Principe delle Tenebre, che continua a sedurre con il suo incredibile fascino milioni di lettori, è il protagonista assoluto. L’antologia contiene la letteratura nota e meno nota sull’argomento, riscoprendo autori che già prima del celebre Dracula di Stoker avevano creato storie di vampiri e proponendo i racconti di molti altri che, sulla scia dell’autore del famoso «pallido Conte» e di un ricchissimo repertorio cinematografico che ne ha immortalato la figura, hanno appassionato i lettori fino ai nostri giorni. Completano questa raccolta filmografia, bibliografia, schede sugli autori e anche, naturalmente, l’inconfondibile brivido di terrore che solo la figura del vampiro riesce a suscitare.

conclusioni

Storie di vampiri a cura Gianni Pilo è una raccolta di racconti pubblicata dalla Newton Compton. Il volume contenente bene 1500 pagine nel cartaceo, raccoglie racconti che vanno dal Vampiro di Polidori a racconti vari estrapolati dalla rivista Weird Tales. Corredato da introduzioni molto dettagliate che aprono ognuna delle quattro parti, purtroppo l’autore ci ha buttato dentro un sacco, ma davvero un sacco, di racconti che con il vampiro vero e proprio hanno poco a che fare, racchiudendoci all’interno anche racconti di semplici sanguisuge e non di cadaveri rianimati. Non mi riferisco all’ultima sezione, ossia a quella di Dracula Domani che molti hanno criticato e si sono rifiutati di leggere (ne parlerò dopo), ma di racconti che parlano di melme, streghe e erba succhia sangue. Ci sarebbe da fare una distinzione tra vampiro letterario e vampiro della tradizione, ma senza scendere nei dettagli, nel secondo caso non è detto che il vampiro si nutra di sangue, al contrario del letterario. Tradizionalmente parlando, è la strega a nutrirsi di sangue, e in effetti all’interno ci sono un paio di racconti simili. Non parlerò della qualità dei singoli racconti, quello credo vada abbastanza a gusti, tuttavia un minimo di criterio in più sarebbe stato gradito.

Come dicevo, la raccolta è divisa in quattro parti.

Prima di Dracula  – narra dei primissimi racconti, quelli da Polidori fino al 1897, anno in cui Stocker pubblica Dracula .

L’avvento di Dracula –  sono racchiusi quei racconti contemporanei al romanzo Dracula o comunque pubblicati nello stesso periodo. In questa parte è presente un racconto di Sherlock Holmes, forse per far vedere come veniva visto il vampiro da un punto da vista scettico, ma data la vasta produzione di Doyle, scegliere uno dei suoi racconti dell’orrore credo sarebbe stato meglio, visto che con Holmes non si parla di un vampiro “vero”.

Gli eredi di Dracula – racchiude quei racconti che sono stati, volenti o nolenti, ispirati dal conte. Questa parte l’ho apprezzata molto, anche se moltissimi racconti in realtà non sembrano derivare direttamente da Dracula.

Dracula Domani – secondo l’introduzione, qui sono racchiusi i racconti del vampiro nel futuro. Più o meno. I racconti fantascientifici sono pochi, io me ne ricordo tre o quattro. Uno che più che parlare di un vampiro parla di una dimensione altra (Sogno Scarlatto di Moore e questo lo consiglio caldamente). Uno che parla di una razza potente che nella nostra tradizione viene definita come vampiro o licantropo; una che non sono del tutto certa di aver compreso in quanto lo stesso vampiro/alieno appare come molto ironico e l’ultimo, molto carino, in cui un medico spiega come in alcune città americane la gente abbia inspiegabilmente smesso di ammalarsi. Ah già. Uno è completamente fantascientifico, nel senso che coi vampiri davvero non lega se non per il fatto che , per qualche ragione, il sangue umano è diventato una specie di droga.

Personalmente, la trovo una scelta infelice, perché la prima parte racchiude da sola quasi un secolo di racconti e le altre tre quasi tutto il periodo del novecento… quasi perché si chiude con gli anni ’70. Inoltre non sempre risulta chiara la scelta di mettere un racconto in una parte o in un’altra, esempio molti racconti di Dracula Domani non sono in realtà ambientati nel futuro o non hanno a che fare con la fantascienza per intenderci.

Alla fine si possono trovare alcune appendici interessanti, come alcuni resoconti dell’epoca o le biografie degli autori. Questa parte è molto interessante per chi volesse approfondire qualche tematica in particolare.

Ora, il vero tasto dolente di questa raccolta: i refusi. Sono TANTI, ma tanti tanti tanti. Molte parole sono sillabate a caso (questo è sicuramente un problema legato alla conversione in ePub), altre attaccate, altre staccate… Ho trovato meno errori di nei self che in questo libro che è alla ***isima ristampa di una casa editrice molto famosa. Inoltre almeno una storia è incompleta, quella di Howard di un’avventura di Conan il barbaro, che non ha né inizio né fine, avrebbero almeno potuto specificarlo che si trattava di un estratto. Altro problema non indifferente, le note di una delle appendici sono incomplete. Inizialmente pensavo si fossero dimenticati i link, poi ho scoperto che no, proprio a un certo punto le note non ci sono più, nonostante esse vengano segnalate nel testo. Non so se questo problema c’è anche nella versione cartacea, di sicuro questa cosa mi irrita parecchio.

In conclusione, i racconti singoli li ho apprezzati molto e sono davvero tanti, i generi se la viaggiano tra gotico, horror , fantascienza e fantasy. Tuttavia la raccolta in sé con quella suddivisione non convince molto, così come i vari refusi che rendono la lettura difficoltosa. A prezzo intero, la versione digitale non ne vale la pena, a meno che la CE non decida di sistemare gli errori. Se doveste trovarlo in offerta, a volte li mettono a 2€ circa, potreste pensare all’acquisto in quanto all’interno sono presenti racconti di difficile reperimento.

Lo consiglio a coloro che vogliono approfondire il tema del vampiro letterario, anche per le interessanti notizie inserite nelle varie introduzioni, in altri casi o attendete gli sconti, o evitatene l’acquisto. Magari in qualche biblioteca si trova.

Annunci

7 pensieri su “Storie di vampiri [recensione libro]

    • Guarda, le storie dentro vale la pena conoscerle. Per me che per raccattare quei classici (Il vampiro, Carmilla e simili) voleva dire mesi e mesi di ricerca, trovarlo a 1.99 è stata una manna. Se invece quei racconti li hai (alcuni sono difficili da reperire però), non ne vale assolutamente la pena. Anche le informazioni al termine, conviene di più qualche saggio come Prima di Dracula piuttosto che questo mattone… a correggere i refusi e a sistemare i link, sarebbe una bella raccolta, così proprio no. Quindi se già hai qualcosa di tuo, evita l’acquisto o aspetta qualche forte sconto.

      Liked by 1 persona

    • Quando inizia a essere troppi l’unico modo è quello xD poi ne ho trovati davvero una valanga gratis su internet (non pirati, proprio gratis) sia su amazon sia su Kobo… Alcuni addirittura mai tradotti o che non esistono in cartaceo, come certi saggi a cura di Eco ma scritti dai suoi allievi. Poi è più facile trovarli scontati in digitale che cartacei. Poi per quelli che li voglio da collezione li prendo pure cartacei, ma il Kobo è stata una manna xD

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...