Recensione libro – Le chiavi dello scrigno

 

Autore: Gabriele Dolzadelli

Edizione: Digitale

Dimensioni:2603 KB

Lunghezza stampa: 263 pagine

Link

trama 1670. Il nobile francese Jean Louis Lafayette, esiliato sull’isola di Puerto Dorado, nel Mar dei Caraibi, viene a conoscenza dell’ubicazione di uno scrigno capace di cambiare le sorti del mondo intero. In una sola notte gli equilibri politici, costruiti nel corso di nove anni sulla piccola isola, crollano miseramente dando inizio a una serie di eventi che metteranno a ferro e fuoco la colonia contesa. Così, mentre il giovane Sid continua la ricerca del fratello Alexander e il temibile Ludwig Van Hossell si prepara a catturare il comandante dei ribelli soprannominato “El Diablo”, inizierà una vera e propria guerra per il possesso delle quattro chiavi che aprono il misterioso scrigno. Niente sarà più come prima e i protagonisti conosciuti nel primo volume “La terra di nessuno” daranno prova di ciò di cui sono capaci per realizzare i propri desideri e ambizioni.
conclusioni

ATTENZIONE: Essendo il secondo libro di una saga, la seguente recensione potrebbe contenere spoiler del primo libro. Consiglio, nel caso non abbiate letto il primo, di cliccare qui per la recensione del primo libro o di saltare in fondo (dopo il divisorio) per la mia piccola solita analisi.

Il libro riprende da dove ci aveva interrotti il precedente: Sid che, vagando da solo per la giungla, cade in una trappola e che pensa di aver visto il fratello nel suo rapitore. Mentre Sid è nei guai, la lotta per il possesso delle quattro chiavi e dello scrigno prosegue e Elisabeth cade nella trappola ordita dal suo spasimante, l’auto eletto ammiraglio James Goodwin, figlio del defunto Frederick Goodwin. In città gli olandesi hanno problemi con i ribelli e i francesi stanno perdendo la loro roccaforte in un ennesimo gioco di intrighi e tradimenti. L’isola, che per dieci anni ha vissuto sul filo del rasoio grazie a uno status quo creatosi dai patti stretti tra i diversi eserciti di Puerto Dorato, diventa preda di lotte in cui l’unico obbiettivo diventa il possesso dello scrigno e del suo prezioso e fragile contenuto.


L’analisi
Lo stile del libro è fluido e la trama scorre senza problemi, inoltre non si notano distacchi netti tra i due volumi, sembra davvero che la storia continui senza interruzioni di sorta. Storicamente appare molto accurato, sia nelle descrizioni degli abiti che nei gesti (esempio i due diversi jolly roger utilizzati dai pirati) e i riferimenti a ciò che accade sul vecchio continente cela una ricerca approfondita di cosa accadesse in quegli anni. Verso il finale la trama assume una connotazione fantastica e mitica che ho apprezzato molto, anche se anch’io sono rimasta stupita di un particole e, come uno dei personaggi, mi sono chiesta: “Ma come diavolo c’è arrivato lì?“, visto che si parla delle prime credenze ancestrali e si va molto indietro nel tempo, agli albori della civiltà.
Da quel che ho capito, nel prossimo volume ci sposteremo su un’altra isola e il tema dei pirati dovrebbe diventare preponderante rispetto a quanto trattato finora.
Se avete letto il primo, questo è un ottimo seguito. In caso non lo aveste letto, se vi piacciono storie di pirati, questa è stata costruita in modo ottimale, con tutti i pezzi del puzzle che piano piano si incastrano per svelare il mistero.
E voi? Lo avete letto? Cosa ne pensate?
Annunci

6 pensieri su “Recensione libro – Le chiavi dello scrigno

  1. Io ho letto il primo qualche mese fa, e ho da poco recuperato i volumi due e tre … Davvero una bella storia, con un’ambientazione viva, accurata, e dei personaggi che certamente restano impressi. La Terra di Nessuno mi ha lasciato addosso una curiosità incredibile, devo sapere come va a finire !! Questa tua recensione mi ha ricordato che la risposta alle mie domande si trova nel mio Kindle, e mi ha resa entusiasta all’idea di proseguire con la lettura, perciò grazie ! 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...