Flashforward – Missione 1 (18)

Scusatemi, mi sono completamente scordata settimana scorsa di pubblicare il capitolo, chiedo venia.

indice flashforward

La città di Karga e l’Unione dei Sette

flashforward castello karga

«Lui è Ybris, the Pride» esclamò Toruk.

«Pride? Orgoglio? Direi che gli calza a pennello…» disse Beatrix, senza staccargli gli occhi di dosso.

«Carino, eh? Un bell’uomo!» le sussurrò Pandora nell’orecchio.

«Decisamente.»

Dietro Ybris, camminava un ragazzo dai capelli e dagli occhi scuri che sembravano osservare chiunque fosse nella sala. Era alto e il viso aveva lineamenti delicati.

«Che carino!» esclamò Beatrix, riferendosi al piccolo batuffolo sulla testa del ragazzo.

«Chissà quanto è morbido.»

«Kiristu, the Discipline» Toruk ignorò il commento e continuò l’elenco.

«mmm… Manca Arisel. Sarà in missione.»

«Chi è Arisel?» chiese Pandora.

«The Justice. Ma lui è difficile vederlo nel salone, è sempre da qualche parte in missione o comunque preferisce rimanere con la sua tigre bianca.»

«Una tigre bianca… Trix hai sentito?»

Ma Beatrix non li ascoltava più. Il parlottio che era stato presente nella sala fino a quel momento si affievolì e la ragazza sembrava una gatta che aveva appena puntato una preda. Aveva drizzato la schiena e gli occhi erano spalancati, il collo teso per vedere meglio. Pandora si voltò a guardare cosa avesse attirato la sua attenzione in quel modo così repentino e inusuale. Si sorprese quando vide che era un uomo ad averla attirata in quel modo, non l’aveva mai vista interessarsi a qualcuno se non come possibile fonte o vittima.

Prima ancora della persona fu il gelo ad annunciare il suo arrivo. Un freddo soprannaturale che penetrava nell’anima, urlando la sua presenza a chi non lo aveva ancora degnato di uno sguardo. Forse era il più alto tra i presenti in sala, sul viso ovoidale e molto chiaro, si apriva il sorriso sardonico di quando si pensa a qualche malefatta. I suoi occhi scarlatti puntavano in direzione del capotavola e sembravano lo specchio di pensieri divertenti per lui, un po’ meno per qualcun altro. I capelli neri e lisci sfioravano con le punte il rosso mantello che si gonfiava leggermente al suo incedere. Si voltò a guardare i nuovi arrivati, in particolare si soffermò su Beatrix, apparendo quasi sorpreso dalla sua presenza. Distolse lo sguardo solo quando fu alle sue spalle, che ora appariva come soddisfatto e rilassato più che intriso di una felicità nefasta.

«Vi conoscete?» disse Pandora sottovoce a Beatrix.

«Non credo di averlo mai visto» sussurrò senza distogliere lo sguardo dalla sua schiena.

Man mano che si allontanava, i commensali riprendevano a parlare e il loro vociare ricominciava come a prima del suo arrivo. Toruk attese che passasse per dire: «Kalad’ur, il braccio destro di Nekter. Non fa proprio parte dell’Unione, ma Nekter si fida di lui. Occhio ai pensieri quando siete con lui.»

Beatrix si voltò verso Toruk di scatto e gli chiese: «Perché?»

Per questo.

Beatrix si voltò verso l’uomo che si era seduto a capotavola e lo vide roteare un calice nero mentre la osservava.

I… Pensieri? Legge attraverso i pensieri?

«È un po’… invadente. Ma credo che ora tu lo sai.»


flashforward precedente

Annunci

2 pensieri su “Flashforward – Missione 1 (18)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...