Atlad 15 – Dal Damnat io ti evoco […] terza parte

Non lo so, infatti. Sono centinaia di anni che dormo qua sotto, solo una potente strega del fulmine può svegliarmi.

«”Ba’al” dovrebbe dirmi qualcosa? Come nome intendo… non sono ferrata in storia, né nella mia né in quella atlatidea… atlasea… di Atlad.»

Mi stupirei del contrario. Le folgori non sono note per la volontà di conoscere la storia, imparano solo ciò che serve loro e specialmente dall’esperienza. Sono gli altri a sapere, tu che sei così vicina all’elemento fulmine dovresti saperlo. Il fulmine è un attimo, veloce, repentino e improvviso. Attacca e si ritira quando non serve più.

Più Miriam parlava con la voce, meno capiva. Si disse che, alla fine, quella voce aveva ragione: non le serviva sapere chi era Ba’al. Le serviva l’arma.

«Va bene… Ba’al. Io ho bisogno di un’arma. Dove la trovo?»

La lancia della folgore demoniaca. Evocarla è la prima delle tre prove. Non sai nulla vero?

Miriam scosse il capo per istinto, guardandosi anche attorno, e si alzò. Nessuno era lì con lei, ne era certa. «No»

Allora ascoltami. Dopo il cataclisma, la magia si dovette ri assemblare. Il cielo, Dingir, cadde sugli inferi, Kur, e nel passaggio distrusse e si portò via la magia. Meridian venne creata. Si decise così che la magia elementale sarebbe stata ulteriormente divisa e solo chi superava le prove poteva accedere alla vestizione completa. Il primo livello: l’arma. Se attacchi sconsideratamente, allora cadrai senza difese. Il secondo livello: armatura. La forza morale sul campo, la capacità di farsi ascoltare, la voce che si deve sentire prima di attaccare. Il terzo livello: scudo. Dopo la conquista, la difesa. Non c’è mai pace dopo la vittoria, non rilassarti dopo il bacio di Nike.

«Ok, frena. Kur? Dingir? Livello?»

Voi terrestri li chiamate Inferno e Paradiso. Tre piani di esistenza costituivano il mondo: Dingir in alto, il cielo; Agade in mezzo, la terra; Kur in basso, gli inferi. Dingir cadde su Kur, distruggendo Agade. Questo evento venne chiamato dai sopravvissuti: Cataclisma. La magia venne modificata e plasmata per evitare che potesse ripetersi. Noi 7 diventammo i nuovi pilastri, tu sei una dei miei figli si potrebbe dire. Io controllo e dirigo l’energia fulminea, la converto. Tu devi dimostrarmi di essere forte, di essere carismatica e di avere qualcosa da proteggere. Ognuna di queste caratteristiche ti permette di evocare un pezzo dell’abbigliamento da battaglia.

Iniziamo: la forza. Perché sei forte?


Annunci

6 pensieri su “Atlad 15 – Dal Damnat io ti evoco […] terza parte

  1. uhuhuhuhuh questa nuova fase nella fase è molto stimolante e sono curiosissima di sapere l’origine dei nomi che hai usato perché, conoscendoti, hanno tutti un significato particolare e ben studiato… *-*
    Brava brava ❤

    Liked by 1 persona

  2. L’utilizzo del mito lo trovo davvero affascinante! Ci stava tantissimo, amo quando si discute delle origini del mondo o di cataclismi xD
    Questo dialogo potrebbe diventare uno dei miei preferiti *-* si prospetta benissimo e sono curiosa di vedere cosa Miriam risponderà!

    Ps. La lancia xD io puntavo o sulla lancia o sull’arco (anche se puntavo più su quest’ultimo)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...