Capitolo 13 – Il Damnat (quarta parte)

Miriam vide il mondo attorno a sé svanire, rimpiazzato da un mondo vago e dai colori più chiari e più caotici. Sentì qualcuno chiamarla e solo allora si accorse di Stein.
«Tre giorni… devi imparare a gestire il tempo nel Damnat»
Lentamente si accorse di essere sdraiata a terra con la testa sopra un cuscino. Si ricordò che era stata Soraya a farla sdraiare per evitare che cadesse a terra per lo sforzo. Voleva rispondere a Stein e si alzò per farlo, ma la gola secca glielo impedì. L’uomo le porse un bicchiere d’acqua che lei bevve in fretta, sentì  l’acqua fredda scorrerle per la gola e darle  sollievo. Sentì immediatamente i morsi della fame, capendo perché non tutti apprezzassero il viaggio nel Damanat: era letteralmente distrutta da quel sogno.
«Ho fame…»
«Se riesci ad alzarti ti abbiamo fatto preparare alcune cose, dovrebbero piacerti» le disse sorridendo Stein.
Lei si alzò lentamente, cercando di non perdere l’equilibrio e di non svenire di nuovo. Soraya le riempì di nuovo il bicchiere affermando: «Acqua purissima, possiede un leggero fattore curativo. Devi reidratarti, ho potuto fare poco e nulla mentre eri incosciente»
«Ho conosciuto Selian, i demoni sono bellissimi» disse mentre la indirizzavano fuori dalla sala circolare.
«Selian ha un fascino tutto suo, il suo mondo è quello che più si avvicina alla concezione di ‘magico’ che abbiano noi terrestri. I villaggi più piccoli contano 300 persone, le città più grandi arrivano a un paio di milioni se non di più, è pieno di templi e puoi trovare demoni ovunque, non sempre benevoli. Spesso le città stato si fanno guerra tra loro ma Selian sta cercando di creare una rete di alleanze. La magia elementale sembra fluire attraverso il continente di Draken in modo così naturale che anche i demoni finiscono coll’avere un elemento prediletto in cui si manifesta la loro magia»
«Vorresti andare a Draken?» Miriam vide gli occhi di Soraya illuminarsi.
«Sì, vorrei vedere tutto il mondo di Meridian ma dovrei prima trovare un sostituto e non è semplice. Mi piacerebbe però viaggiare attraverso questo mondo e vedere i suoi continenti, sapere la sua storia»
La voce di Soraya era fievole, come se neanche lei credesse a quelle parole. Miriam percepì un senso di tristezza e rammarico proveniente dalla maestra.
La portarono nella stessa stanza dove aveva mangiato quando aveva scoperto di essere un invocatrice e subito fu investita da un odore familiare. Il profumo dolce e invitante della pizza le ricordò immediatamente che in realtà non mangiava da tre giorni. Una volta seduta al tavolo si rese anche conto di essere distrutta, voleva solo dormire un po’.
«Perché sono così stanca? Non ho dormito?»
«No, – rispose Soraya – la tua mente ha lavorato ininterrottamente per tre giorni. Il tuo fisico è esausto come se non avessi dormito per tre giorni. Il Damnat non è un sogno ma un mondo reale e tangibile, quando si è in quello stato»
Miriam si sforzò di rimanere sveglia almeno per mangiare ma era una bella lotta tra la fame e il sonno. Riuscì in qualche modo a finire il pasto prima di accasciarsi sul tavolo, mentre anche Stein e Soraya mangiavano e discutevano. Fu l’uomo a riportarla in camera finiti i loro discorsi, lei sentì qualcuno prenderla in braccio ma era troppo stanca per ribattere alcunché, così Stein la sollevò delicatamente e la riportò in camera.
Fece appena in tempo a capire di essere nel letto che si addormentò. I suoi sogni furono costellati di numeri e luci, di foreste e gocce di rugiada. Al risveglio sapeva già cosa doveva fare.


Annunci

14 pensieri su “Capitolo 13 – Il Damnat (quarta parte)

  1. Ed ecco che ritorna papà Stein in tutto il suo splendore!! *^*/
    Si vede che amo questo personaggio? <.<
    ihihih vediam vediam come va… questo capitolo è l'unico che non mi lascia presagire nulla…sono completamente al buio, quindi avida di conoscenza *^*

    Liked by 1 persona

  2. E piano piano prometto di recuperare tutto v.v Sono troppo impegnata uff!
    Un capitolo calmo che bello xD
    Anche se Miriam ha avuto un gran brutto risveglio. Fame, sete, sonno… però dai la vista di Selian ripaga tutte le fatiche ahhaha
    Il Damnat è stato un posto davvero molto interessante e sono davvero curiosa di vedere cosa Miriam farà!
    Stein ❤ che tenero!
    Soraya viaggiatrice… non me lo sarei mai aspettata! In effetti è un personaggio che vorrei conoscere di più ^^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...