Terminator (seconda parte)[saga]

Prima parte

TERMINATOR GENESYS

È il primo di una trilogia, non dimenticatelo. 
Questo film viene narrato seguendo il punto di vista di Kyle Reese (e ho scoperto che volevano prendere Nicholas Houldt ma non ha accettato. Uffa!), anche questo ricordiamocelo. E ricordiamoci pure che amo le storie temporali incasinate da paradossi e Matt Smith. Dite che sono di parte? Andiamo avanti con subito un mio pensiero. Io credo che questo regista abbia voluto riprendere il 2 sia per temi sia per citazioni (il film sembra essere creato usando T2 come base) e che abbia voluto distruggere il 3 mantenendo però tutti i film come canonici. Come? Innanzitutto sfruttando il tema del ‘il destino lo creiamo noi’ e cercando di sistemarlo mantenendo i successivi come canonici, in secondo luogo usando proprio i viaggi temporali. Vi avviso che in mezzo al resoconto metterò i miei pensieri e le mie teorie.
2029 (e qualche anno prima)
Kyle Reese è un bambino che in qualche modo sopravvive alle macchine. Ritrovatosi però nelle fogne e bloccato in un vicolo cieco, viene salvato da Johnn Connor che lo addestra come soldato. La storia poi si sa: Connor e Reese diventano amici, al punto che Johnn regala una foto di Sara a Kyle. In seguito Kyle si introduce in un campo di lavoro delle macchine per distruggere un’arma che, secondo Johnn sarebbe l’arma definitiva dei cyborg,  mentre un altro gruppo avrebbe distrutto Skynet. Sembra andare tutto bene: Skynet distrutta, loro trovano l’arma, la guerra è terminata. Peccato che l’arma, un dispositivo temporale in realtà, sia stata attivata e Connor sembra sapere tante, troppe cose su quel marchingegno, addirittura il tempo di arrivo. Tra tutti i volontari sceglie proprio Reese e lo inviano (nudo) nel passato. Avviso che almeno i primi due film vanno visti o non si capisce perché il Terminator viaggi nel tempo senza distruggersi: in pratica, solo il tessuto vivente attraversa il tempo, il resto viene distrutto. Per ovviare a questo problema le macchine hanno rivestito il T-800 di pelle organica che avrebbe protetto lo scheletro metallico interno. In realtà non si capiscono tante altre cose ma questa è una di quelle.
Qui il mio primo pensiero. Non ricordo che Kyle in T1 parlasse della distruzione di Skynet né della fine della guerra, quindi mi chiedo se magari già qui le linee temporali (spiego dopo) non siano già state modificate. Inoltre Connor dimostra di sapere chi è Kyle (posso? Figlio di… l’hai mandato a morire senza dirgli niente! Ed è tuo padre!) mentre in T2 sembra ignorare la verità. Vero che potrebbe averlo rivelato più avanti ma ricordiamoci che Sarah muore in T3 per leucemia prima dell’inizio della guerra e convinta che non ci sarebbe stata, quindi perché dirglielo? Tenendo conto di tutte le citazioni del 2 mi sembra assurdo che ci sia un simile errore ma ricordo che si tratta di una trilogia e non di un film singolo, la spiegazione arriverà, spero (EDIT: ho rivisto T1. Sarah decide di rivelare la verità a Johnn, quindi effettivamente lui sa chi è suo padre).
Torniamo a noi. Kyle si spoglia, entra nella macchina che viene attivata e, mentre sta per iniziare il viaggio vede il Dott… Matt Smith alias Skynet attaccare e uccidere John. Vedendo ciò, Kyle ha il flash di un ricordo di un avvenimento mai accaduto.
1984
Young Schwarzenegger arriva nel passato. Ricordate il film fino a quando trova i teppisti? Ecco, usano proprio le scene del primo film modificate. Sta per attaccarli quando un old Schwarzenegger lo ferma e, dopo un breve combattimento, YS viene ucciso dal colpo di un cecchino misterioso. Qui il tocco di classe: Schwarzy si gira, sorride al cecchino e fa il segno del pollice alzato. C’è mancato poco che piangessi.
Nel frattempo arriva anche Kyle che viene inseguito da un poliziotto che si rivela essere un T-1000 arrivato non si sa da dov… quando, ben dieci anni prima del dovuto. Durante l’inseguimento incontrano un poliziotto di nome O’Brien che sopravvive all’incontro ravvicinato grazie a Sara alla guida di un… blindato o di un autoambulanza, forse la seconda, che sfonda la vetrina di un negozio e prende a bordo Kyle. Sarah però sa tutto ed è alleata con un Terminator che alla domanda di un Kyle confuso: “Chi ti ha mandato qua”, risponde: “Dati cancellati”. (Credo che qui ci sia un po’di autoironia del regista che fa a dire a Kyle: “facile così però”). Per Sarah, Terminator é come suo padre e infatti lo chiama “papà”, facendo saltare i nervi a Kyle e sottolineando la vicinanza più a T2 che agli altri film. Il loro covo è stato creato a prova di intrusione futuristica, con tanto di acido anti-T-1000. Andiamo avanti però. T-800 ha creato una macchina del tempo che non può funzionare senza un processore che verrà inventato solo qualche anno dopo. Hanno recuperato young Schwarzenegger per quello in pratica. Attivano la macchina per portare i tre nel 1997, anno di attivazione di Skynet, per scongiurare il giorno del giudizio. Kyle, però, ha una frase in testa che più o meno recita così: “Genisys è Skynet. Verrà attivato il 12 maggio 2017”. Qui T-800 spiega che, per qualche ragione, la linea temporale potrebbe essersi divisa, creandone un altra che Kyle ricorda. Dopo aver convinto anche Sarah che è altamente probabile che il tempo sia cambiato ulteriormente, specie perché Kyle era presente durante l’effettiva modifica (Skynet attacca Johnn) decidono di partire per il 2017. Tutto liscio? No. Papà non può partire perché durante un combattimento contro il T-1000, che non ho descritto, parte della sua pelle si è sciolta e impiegherà anni a ricrescere. Li aspetterà perciò nel punto in cui appariranno nel 2017. Altra scena triste: due partono e, dopo il viaggio, viene ripresa la stanza ormai silenziosa e uno Schwarzenegger parecchio sconsolato, conscio che dovrà attendere per più di trent’anni.
maggio 2017
I due sbucano sula strada ma papà non c’è e i due quasi muoiono investiti. Vengono arrestati e portati in ospedale. Durante il viaggio Sarah parla del suo primo incontro con T-800: era in barca con i suoi quando un T-1000 l’ha attaccata e quasi uccisa. L’arrivo di papà la salva e lui le racconta tutta la storia di Skynet e di Kyle.
Nuovo pensiero: chiunque abbia mandato indietro T-800 sapeva di Kyle visto che Sarah sa che dovrà “accoppiarsi” con Kyle per avere Johnn. Vi sembra una cosa stupida? Bè, ricordatevi che lo sapevano in tre: Sarah, T-800 e Johnn.
In ospedale incontriamo di nuovo O’Brien (invecchiato e ubriaco) che crede alla loro storia, scoprendo anche che le impronte di Kyle appartengono a un bimbo di dodici anni (confermando che Kyle ricorda effettivamente due linee temporali diverse) e… Johnn Connor entra dalla porta della loro stanza. Mentre scappano attraverso l’ospedale, Sarah e Kyle notano che tutti quanti sono presi dagli schermi (cellulari e tablet) e che sono perennemente connessi, in pratica la gente ha inconsapevolmente spianato la strada a Skynet. Arriva anche T-800 che, in grado di riconoscere i suoi simili, spara a Johnn che è stato modificato da Skynet per renderlo una sua marionetta (un vero ibrido macchina uomo ma insensibile), mandarlo indietro nel tempo e creare sia la macchina del tempo sia il programma.
Saltiamo un po’ di scene (in una di queste Sarah da la chiave al Kyle dodicenne per farsi credere nel futuro, in un’altra T-800 salva nuovamente O’Brien che non apparirà più nel film) e arriviamo a quella che distrugge T3.
Però prima devo dire una cosa. In una di quelle scene (in realtà è un bel pezzo di film) T-800 fa una battuta e Kyle dice: “Ma sa fare le battute?” Non sono sicurissima ma io ci vedo una citazione a Cortocircuito, quando per dimostrare che Numero 5 ha un’anima lo fanno ridere, perché solo gli uomini con coscienza di sé ridono alle battute. Scusate, volevo far notare questa cosa, torniamo a noi.
Sarah e Kyle decidono di distruggere Skynet completamente e piazzano diverse cariche nella sede della ditta che produrrà Genisys. La sede sembra la fotocopia di quella di T3 e Johnn li attacca. T-800, dopo un violento combattimento, blocca Connor nel prototipo della macchina del tempo (che poteva solo generare un campo quantico, non era ancora in grado di far viaggiare alcunché), attivandola avrebbe distrutto l’uomo/macchina ma anche se stesso. Kyle attiva la macchina mentre Sarah, disperata, chiede di non farlo (ricorda qualcosa?). Kyle convince Sarah e fanno esplodere le cariche, mentre loro scappano in un  bunker per proteggersi. Nel frattempo T-800 viene catapultato fuori dalla macchina e finisce nel metallo liquido che come un fossato circondava la macchina del tempo. Kyle e Sarah si trovano rinchiusi nel bunker dopo l’esplosione e stanno cercando di uscirne quando la lama di un T-1000 spacca l’ingresso. Il Terminator è però sempre papà che ha ricevuto un upgrade.
Tutta questa parte sembra vertere a voler distruggere il finale di T3. La costruzione della scena me la ricordo molto simile, la coppia che arriva e vede Skynet. A differenza di T3 però, qui riescono nel loro scopo di distruggere in tempo la sede.
Tutti e tre insieme vanno da Kyle piccolo per imprimergli nei ricordi la frase che poi Kyle grande rivivrà come visione nella sua linea temporale sballata. Sarah finalmente si decide e si convince che amare Kyle non sia poi così male. (Non l’ho scritto ma lei vede Kyle come un’imposizione ineluttabile: si innamorerà, si “scopriranno” lui morirà).
Titoli di coda.
Scena in mezzo ai crediti: Skynet non è stato distrutto perché il suo vero nucleo è da un’altra parte (ma si sapeva,  ci sono altri due film dopo!).

Bel spiegone. Ma perché questo film mi è piaciuto? Per la questione delle linee temporali che mi hanno fatto nascere un sacco di domande e dubbi, domande che si pongono anche i personaggi (“chi ti ha mandato indietro nel tempo?”) ma loro non potevano trovare risposta, dovevano sopravvivere, quindi mi pare anche normale che non si sia approfondito a sufficienza, inoltre Kyle è un soldato. Obbedisce, mica pensa. Peccato però, il Kyle di T1 me lo ricordavo ben diverso.
Quindi ecco il mio pensiero aldilà degli spoiler: il film mi è piaciuto ma io amo queste trame articolate. Non mi è parso che le spiegazioni o gli avvenimenti fossero messi a caso, ma che siano stati studiati accuratamente e spero di non essermi sbagliata, altrimenti sai che delusione…
Sarah/Daenerys non mi è dispiaciuta (ma Sarah non era bionda?) e mi sta bene che sia un po’ diversa, del resto la sua storia è diversa. Kyle…  Kyle potevano farlo meglio, è abbastanza ispido come personaggio. Schwarzy… bè, io ho sempre voluto un Terminator tutto mio, ora lo voglio ancora di più. Per Johnn Connor invece non so molto che dire visto che non ho una controparte nei primi due del capo della resistenza (parlo della linea temporale originaria, quindi niente 3 e 4) con cui paragonarlo, c’è solo Connor bambino. Troppo poco Matt Smith però e ho avuto serie difficoltà ad associare il nuovo doppiatore, peccato gli abbiano fatto fare un personaggio inespressivo però, le sue espressioni nel dottore le amo xD.

Posso fare delle mie teorie ora?
Ok, alcuni pensieri li ho messi nel riassunto, quindi ora vediamo di sistemare qualcosina. Ho pensato che, tra tutti questi personaggi, gli unici a sapere di Kyle e Sarah dovrebbero essere Kyle, Sarah (ma vah?), T-800 e Johnn. Inoltre si parla di linee temporali quindi potrebbe essere uno di questi ma di un mondo diverso. Non so perché ma mi piace pensare che sia stato il Connor di T2, o meglio il Connor di una linea simile a quella del T2 in cui però il Terminator papà è stato messo a nuovo e mandato indietro a salvare Sarah, in una linea in cui è successo qualcosa di più. Questo perché ‘papà’ ha coscienza di sé.
O magari mi sbaglio e il regista ha voluto dire “ehi! Presente quello che Johnn insegna al Terminator? Ecco, io lo lascio in sospeso, che ripetere una storia già nota è noioso, voi però sostituite Johnn con Sarah”.
In realtà ho un’altra teoria. O’Brien. No, seriamente, è un pezzo del puzzle un po’ così, un’intermezzo quasi inutile. E se invece fosse o diventasse qualcosa di più in futuro? Che in qualche modo lui centri qualcosa con tutte queste interferenze?
Uff… voglio il seguito ma devo aspettare fino a maggio 2017… cattivi T.T

Annunci

13 pensieri su “Terminator (seconda parte)[saga]

    • Il 2 è uno dei miei film preferiti XD il 3 è stato una delusione colossale ma… sono attratta da Schwarzy e Terminator come le mosche al miele…. poi c’era anche Matt Smith, i viaggi nel tempo, le linee temporali… Insomma, mancavano i vampiri e c’era tutto quello che mi piaceva XD

      Mi piace

    • È intricato… po ho saltato molte cose per concentrarmi di più su ciò ch mi ha colpito e che me ll ha fatto apprezzare. Tieni anche conto che lo hanno criticato negativamente perché ha una trama troppo caotica, ma per me un film sui viaggio del tempo deve essere così. Per ora ho avuto l’impressione che il regista sappia cosa fare, vedremo fra due anni…

      Mi piace

  1. L’ha ribloggato su La Cortee ha commentato:

    Ho appena finito di rividere T1, ho aggiornato l’articolo. Per non doverlo rileggere tutto, semplicemente Sarah alla fine di T1 decide che dirà a John di suo padre, quindi sì, Connor sapeva di Kyle.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...