Tomorrowland

Sono andata a vedere il nuovo film della Disney e devo dire che mi ha divertito parecchio. Il trailer non rende giustizia al film, anzi ti manda totalmente fuori strada da quello che è il vero svolgimento della storia, vi avviso da subito che, da qualche anno a questa parte, cerco di vedere i film al cinema informandomi il meno possibile prima per godermi al massimo le sorprese, le info le cerco dopo.
Andiamo con ordine però.

1964, Esposizione internazionale di New York. Un bambino scende dal bus con un enorme zaino e si dirige sicuro verso l’ingresso del parco dove trovo Hugh Laurie. Sì, lo trovo nel senso che non sapevo ci fosse pure lui. Comunque, il bambino mostra il suo progetto: un jet pack, ideato perché era stanco di aspettare che qualcuno lo facesse per lui. Per Hugh Laurie è un secco “no!” ma il piccolo Frank viene notato da una bambina di nome Athena che, all’insaputa dell’uomo, gli da una spiletta e gli dice di seguirla senza essere visto. Lui lo fa e sale sulla barca di una giostra proprio dietro a quella di Athena. Qua piccola parentesi per i videogiocatori: quando ho sentito la musichetta della giostra ho pensato subito a Qui, Quo e Qua e mi aspettavo iniziassero a lanciare palline di gelato. Chiudiamo la parentesi e continuiamo. La spilletta di Frank serve ad entrare in una zona del parco, altrimenti interdetta ai visitatori, che lo porta in quello che è ‘il mondo di domani’. Qua mi fermo, godetevi il resto per quello che è.
Come scritto sopra, io mi informo dopo e solo ora ho letto le aspre critiche negative. Ma perché la gente tratta quello che è un film per bambini alla stregua di un film per adulti? Tomorrowland ha la ‘pretesa di dover piacere a un pubblico che non ha cultura cinematografica, quindi che sia originale o meno non è un canone utilizzabile. È un film semplice e tranquillo, con la sua bella dose d’azione di azione e ironia. In ogni caso le citazioni, specie nel negozio di fantascienza, si sprecano.


Se vi aspettate il filmone piantatela di vedere film della Disney, ve lo chiedo con il cuore. Se invece riuscite a vedere questi film con gli occhi di un bambino allora dimenticate che film simili li avete visti in TV negli anni ’80 e vedetelo per quello che è.

ovvero la mia esperienza al cinema.

A parte che devo capire perché cazzo le persone debbano tirare calci alle poltrone davanti a loro (non siete capaci di rimanere seduti composti?), in linea di massima non mi danno fastidio le persone che parlano al cinema dicendo al vicino la battuta di turno, avanti lo facciamo tutti, avviciniamo la bocca al suo orecchio e diciamo la battuta, ma qui giuro che si è rasentato il ridicolo.
Dopo 40 minuti di pubblicità (inutile) in cui nessuno segue quello che succede sullo schermo, parte il castello (stavolta futuristico) della Disney. Ammetto che mi è scappato un: ‘ma il corto?’, ma poi sono stata zitta a sentire parlare Clooney. Sì, peccato che quello dietro: “e bla bla bla bla”. Un dialogo proprio, mi giro incazzata e mi parte un: ‘basta!’
E sono pure stata sgradita dal mio ragazzo. Però il tizio è stato zitto, più o meno. Vi ricordate le battute che dicevo, quelle che dite a bassa voce? Questo doveva farsi sentire da tutto il gruppetto con cui era andato al cinema. Già… le battute. Dal trailer si sa già che la protagonista trova una spilletta che le fa vedere un mondo fantastico. Ovviamente per dimostrare la sua versione la fa toccare al padre. Indovinate?
Il tizio dietro: “guarda che ora non funziona”
La spilla non funziona (ovvio deficiente di un tizio seduto dietro, la spilla è settata sul DNA della ragazza!!!) e il tizio seduto dietro ride soddisfatto.
In ogni caso ha parlato per TUTTO il film dicendo cavolate a tutto andare finché, alla fine di un film della Disney indirizzato ai BAMBINI, questo dice: “non l’ho capito”.
Non ho capito. Dopo la visione di un film della Disney.
La tizia di fianco a lui, con voce gracchiante da porno diva ingenua, civetta: “Ma come, hanno ricostruito la città!”
Tizio seduto dietro, spero che almeno lì tu ci sia arrivato, perché altrimenti mi farei controllare da uno bravo.
Ma solo io li becco al cinema?

Annunci

10 pensieri su “Tomorrowland

  1. Sono contento che il film a te sia piaciuto. 🙂 Però mi sa che quanto a film abbiamo due concetti mooolti diversi di “bello”. Io, per esempio, ogni volta che vedo un film della Disney mi metto le mani fra i capelli perché sono davvero troppo (per i miei gusti, almeno) ingenui.

    PS: I tizi che parlano al cinema sono uno dei motivi che hanno spinto Nix a perdere fiducia nel genere umano. XD

    PPS: sono sicuro che con questo messaggio mi banni dal tuo blog ma lo faccio lo stesso. 😛 La storia d’amore fra Frank cinquantenne e Athena dodicenne è un omaggio a Walt “Pedobear” Disney. AHAHAHAHA

    Liked by 1 persona

    • Io invece la Disney la amo XD e se proprio vogliamo parlare di omaggi o pubblicità c’è quello a Kingdom Hearts, lì proprio all’inizio XD
      Non banno proprio nessuno, tutti hanno diritto di dire la propria finché non insultano XD Io amo i film per bambini proprio per la loro semplicità e ingenuità, se a te la Disney non va giù non capisco proprio perché andare a vedere i suoi film se sai che sono così (la recensione l’ho scritta prima del commento al tuo blog, sapevo che l’avevi fatta ma io non l’avevo ancora letta e non conoscevo il tuo punto di vista), tutto qui.
      Giuro che quando alla fine il tizio ha detto: “non ho capito” mi è salito un attacco di acidità allucinante, non ti è piaciuto magari ma “non l’ho capito” NON HA SENSO! Non in un film in cui la morale è: non arrendersi e detta e ridetta fino allo sfinimento XD
      Per la storia d’amore io non ne parlo ma non ci ho visto nulla di pedofilo, anzi. Ti spiego: Frank si innamora di Athena quando? a 12 anni? Un amore vero però, non una cotta passeggera tant’è che dura finché lui è adulto. Quando poi scopre la verità per lui è un trauma, trauma che lo spinge a rifiutarsi di vedere Athena. che lo spinge ad odiarla. Non c’è valenza sessuale in tutto ciò ma un vero amore platonico e impossibile, amore che risveglia in un auto audioanimatronics (come diavolo faccio a ricordarmi il nome?) una specie di coscienza, (un’anima forse?).
      Per me un film è fatto bene a livello tecnico, e di nessun film della Disney si può dire che non siano perfetti da quel punto di vista. Poi deve mantenere il target: se il film è indirizzato a un adulto PRETENDO quello che non pretendo da questo film, ovvero coerenza logica (più con se stesso che con possibili sequel\prequel SE sono girati da persone diverse, altrimenti anche con quelli XD) con la trama.
      Esempio banalissimo è Lo Hobbit. Tralasciamo un attimo l’attinenza o meno al romanzo, ma all’interno del primo film c’erano pezzi che cozzavano tantissimo con Il Signore degli Anelli (film sempre, non romanzo), una cosa buona era che manteneva le atmosfere e i toni del SdA. Il secondo prende tutto e lo butta nel cesso: Legolas che fa surf sui nani? La scena da miglior shoujo manga che riguarda il nano e l’elfa? Ma cos’è? In questo caso a livello tecnico è perfetto ma cristo, hai un background e delle aspettative che DEVI rispettare e non lo fai.
      Cos’è Tomorrowland? Un film ispirato a una zona di un parco divertimenti. Cosa mi devo aspettare? Un film leggero, tanta ma tanta CG, battute, forse qualche scena d’azione. C’erano? Sì, a me va bene.
      Vuoi provare a leggere una mia recensione cattiva? Prova a cercare quelle di Maze Runner e Dracula Untold XD

      Mi piace

    • Sai, io quel giorno era partito (con amici di amici che ancora maledico) e arrivato al cinema alle 21.30 per vedere Mad Max. Poi, per motivi non comprensibili a me, abbiamo atteso e perso tempo fino alle 23.30 e a quell’ora c’era solo Tomorrowland e siamo andati a vedere quello. Io ero arrabbiato come una iena e, probabilmente, avevo deciso già in partenza che quel film non mi sarebbe piaciuto a meno che non fosse stato davvero un capolavoro inarrivabile. E così è stato. ARGH!

      Mi piace

    • Quando spoilero avviso sempre ma spoilerare su Mad Max è impossibile: non ha trama xD è solo un susseguirsi di esplosioni, inseguimenti, belle donne ed effetti speciali. E credo ci sia un easter egg su Magic ma non sono sicura… un personaggio è troppo uguale a un planeswalker per essere un caso…

      Mi piace

    • Anch’io l’adoro! Ti dico solo che a 25 anni mi sto riempiendo di gadget di Frozen manco fossi una bambina…
      E finora neanche la più brutta delle recensioni mi fa desistere (vedi Into The Woods, bistrattato da tutti ma io lo trovo perfetto, anche se in realtà è di Sondheim, non della Disney xD)

      Mi piace

    • Io ho messo il BlueRay in loop xD l’ultima volta lo feci col videoregistratore con La Bella e La Bestia e il Re Leone. Oggi come oggi cerco sempre di vedere i film della Disney al cinema, per ora non mi hanno deluso 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...