La Rinascita – Indice dei nomi e dei capitoli

Piccola spiegazione: questa storia vorrebbe essere la prova di rodaggio per prendere confidenza con alcuni personaggi e le loro nuove “vesti”. Si tratta di un seguito della campagna di D&D di cui vorrei scrivere la storia… ci saranno un po’ di “spoiler” di quella storia (è una specie di seguito, è normale). É un po’ complesso ora da spiegare ma rispetto alla campagna giocata vorrei fare dei cambiamenti, e quei cambiamenti sono più o meno riportati in questa storia breve (o che vuole essere breve…), in questo senso è una prova, per vedere se reggono non solo nella mia testa.  Per coloro che hanno giocato questa campagna (se mai leggeranno…), sì alla fine ho deciso di modificare la storia rispetto al mio stile, cercando sempre di non rovinare ciò che abbiamo costruito insieme. Ricordo che la Rinascita è una specie di seguito AU, quindi i personaggi conosciuti sono diversi caratterialmente e, essendo ambientato anni dopo, i protagonisti sono altri.

Purtroppo non riesco a metter le immagini come voglio io… i disegni sono miei, quindi abbiate pietà 😛

Ho deciso di cancellare le immagini, se volete vederle qui ci sono le schede di tutti i personaggi apparsi e le araldiche.

I capitoli:

Capitolo 1 – Il Ritrattista cieco

Capitolo 2 – Il Labirinto

Capitolo 3 – I Falchi Bianchi

 Capitolo 4 – I Re Immortali

Città e paesi

RERAT (il mondo da cui è partito è tutto, gli eroi che salvarono Cradle sono nativi di qui)

Karga (non è stata nominata ma la metto lo stesso): è la città dove si sono riuniti la prima volta il gruppo di avventurieri e dove la prima guerra degli dei (chiamata anche la Guerra dei Petali) ha avuto luogo.

CRADLE  (il mondo su cui è ambientata la storia, diviso in tre continenti)

DARKSIDE (sovrano: Cristoph, prima Calarud)

Weiss: piccolo villaggio circondato da un bosco. Si dice che i lupi che vivono nella foresta difendano il villaggio dalle intrusioni.

Lumiria (ex Transyl): Capitale del Darkside e base dello Squadrone Bianco

Falkedorf : la città dei Falchi Bianchi
SUNSIDE (sovrano Cristoph, prima Hecatonkheires)

Euphy: capitale

Weissfolken: città distrutta, alleata dei Falchi Bianchi. I suoi abitanti sono stati sterminati.

MOONSIDE (sovrano: Cristoph, Tanit mantiene comunque il controllo)
Silvermoon: capitale

 

I personaggi (ordine di apparizione, in aggiornamento):

 Terence: figlio minore di Kara. Caratterialmente è più vivace del fratello minore, ha un’indole più istintiva e manesca. Prima agisce, poi pensa, spesso viene salvato dal fare figuracce dal fratello maggiore. Se Darien è la mente, Terence è la mano.

 Darien: figlio maggiore di Kara. É  un ragazzo schivo, molto tranquillo e per questo ogni tanto mette un po’ di paura. Sembra sempre stia architettando qualcosa anche se, in realtà, non ha mai combinato nulla di grave, a parte qualche scherzo da bambino insieme a suo fratello. Più agile del fratello, preferisce osservare bene la situazione prima di agire.

Kram: uomo avvolto nel mistero. Nonostante sia cieco sembra che possa vivere normalmente da solo e sopravvive grazie ai suoi ritratti. Ricercato dallo Squadrone, cosa nasconde in realtà quest’uomo?

Kara: la madre di Darien e Terence. Anche su di lei girano molti pettegolezzi ma agli abitanti di Weiss non importa.

Astrid: prima consigliera di Cristoph. Nonostante il suo aspetto angelico, di lei si dice che sia una necromante spietata e votata a Cristoph. O forse al potere di Cristoph. Le storie legate a questa giovane donna sono molteplici, al punto da non sapere più cosa sia vero e cosa falso.

Isy:  una ragazzina incontrata durante il viaggio dei ragazzi. Apparentemente sembra essere più abile di loro nella caccia.

Asteri: un uomo anziano, il nonno di Isy. Sembra non vedere di buon occhio i Ribelli, in ogni caso sembra disposto ad aiutare i due ragazzi.

Marquise: Moglie di Asteri, nonna di Isy. A quanto pare preferisce i discorsi più diretti e odia i fronzoli “preparatori” a un discorso, se devi dire qualcosa, girarci intono è solo uno spreco di tempo.

Divan: uno dei boia di Lumiria, fedele ad Astrid.

Starke: allievo di Asteri, tornò a casa sua a Weissfolken dopo l’addestramento. Morto durante l’assedio alla sua città, distrutta totalmente durante la guerra.

 

Gli eroi

Ognuno di questi eroi aveva un potere e delle qualità uniche, per lo più nascoste alla gente comune.

Belial: uccisa da Cristoph, aveva sposato Calarud. Per quasi un anno era rimasta rinchiusa nel castello di Transyl, finchè durante la battaglia che portò alla disfatta della città, scappò. Questa storia non torna molto per chi la conosceva davvero, cosa voleva fare davvero la regina dei vampiri?

Darkbolt: la guerra ha modificato molto il suo carattere. Durante la battaglia contro l’Apocalisse era un vero e proprio barbaro, consapevole della propria forza anche i suoi compagni cercavano di non contraddirlo. Erano ben poche le cose che non poteva ottenere. Diventato divinità, si è visto sottrarre i suoi poteri durante l’ascesa di Cristoph. Principalmente cerca il modo di riottenere quel potere, e la va più veloce sembra essere quella di capire cosa sia successo in realtà.

Crystal: la migliore amica di Belial, morta durante l’assedio a a Folkendorf, moglie di Starke. Forse c’era un’unica cosa che importasse davvero a questa donna: Belial. Non si sa bene come nasca la loro amicizia, è un segreto che si portano dietro da sempre. Nonostante (a volte) potessero apparire tranquille e gracili,  queste due donne erano pericolose prese da sole, assolutamente letali insieme.

Glace: mago del ghiaccio, si divertiva a creare statue con il suo elemento. Morì molto prima di vedere la fine della guerra. Legò moltissimo con Belial ma dopo la sua morte si rifiutò di pronunciare di nuovo il suo nome, come se volesse rinnegarlo.

Gabriel: il curatore del gruppo. Proveniva da una famiglia dedita allo sterminio del male (un clan di paladini in pratica), specializzato nella distruzione di creature oscure. Di lui si dice che sia morto durante la guerra contro Cristoph ma nessuno ne ha la conferma.

Toruk: Fratello maggiore di Darkbolt. Morto durante l’assedio di Transyl, rimase vittima dello stesso incantesimo che distrusse Calarud.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...