The ring (seconda parte)

Prima parte

Questo articolo contiene spoiler.

Questa seconda parte tratterà principalmente dei romanzi, in coda l’elenco (infinito…) di tutto (spero di non trovare altro XD pensavo mi mancasse solo Spiral invece mi manca il mondo da vedere XD)

Insomma, un fenomeno. Un piccolo fenomeno in realtà (almeno da noi, ricordo che in alcuni fumetti lessi delle scene che richiamavano ai film. Ho appena scoperto che in Giappone e molto di più di un piccolo fenomeno, nel 2012 è uscito il nuovo film)). Ma mentre i miei amici compravano il manga, io prendevo il romanzo. Sì, perché “Ring” di Suzuki arrivò in Italia.

E ora i tre romanzi. Tra tutto ciò, i romanzi sono la cosa che mi è piaciuta di più in assoluto. La storia è totalmente diversa, Sadako, il protagonista e tutto il resto è diverso. Quindi ora parlerò dei romanzi contrapposti ai film.

Ring

“Ring” è il primo dei tre romanzi (autore: Koji Suzuki). A leggerne il riassunto sembra molto la storia originale dei due film, la differenza principale risiede nella storia di Sadako. Il libro, comunque sia, si rivela essere molto simile a un giallo, una storia da risolvere da parte del giornalista che deve salvare se stesso, la sua famiglia e il suo amico. Ed ecco le differenze:

-Protagonista: nei film si tratta di una donna (Rachel o Reiko), nel romanzo di un uomo
-Aiuto: nei film si trattava dell’ex marito\fidanzato, nei romanzi è un vecchio compagno di un’università (Ryuji Takayama)
-Sadako\Samara: questa è la differenza più sostanziosa. Non sto a scrivervi tutto, ecco il link alla storia di Sadako (contiene spoiler) (unica cosa: io ricordavo che il dottor Nagao “sentì delle voci che lo spinsero ad attaccare”, magari ricordo male)
-La cassetta: sì, anche la cassetta. Il ruolo della VHS è molto diverso, se nei film è una specie di arma per vendicarsi, nel romanzo ha ben altro significato….

Queste credo siano le differenze più sostanziali.

Spiral

“Spiral”. Il secondo romanzo. Venne tratto un film (sempre giapponese) che io non ho personalmente visionato (trailer) per cui non potrò farne le differenze. Il romanzo parte dove termina il primo. In realtà un pochino dopo. Già dalle prime pagine si scopre l’agghiacciante verità: non è possibile salvarsi dalla maledizione, neanche copiando la cassetta. Asakawa è morto in un incidente insieme a tutta la famiglia (nonni compresi, sperava così di poter salvarsi) . Ora non ricordo esattamente la trama ma di sicuro ci sono dei pezzi che non ricordo bene ma altri che mi sono rimasti in testa.

Ando Mitsuo è incaricato di fare l’autopsia al corpo di Ryuji. In questo libro ho scoperto che, dopo l’autopsia, per ridare “volume” al corpo privato di organi, si usano fogli di giornale (vero? Falso? Non lo so). Dopo averlo ricucito però, un pezzettino di un giornale spunta, Ando lo prende e lo cerca di decifrare il numero su di esso (Ryuji amava la criptologia), scoprendo la parola “RING”. Bene, qui i miei ricordi diventano offuscati, ricordo che incontra una donna (che lui è certo essere in periodo mestruale solo guardandola….) che lo aiuta nelle ricerche, un regista che voleva fare un film sulla vicenda raccontata nel primo romanzo, delle analisi del sangue che rivelano una specie di virus, il ritrovamento della cassetta (il desiderio del regista di inserirla nel film), il collegamento del virus con la cassetta. Ora parte lo spoiler, si perché non ricordo molto bene la parte centrale ma l’inizio e la fine sì.

Di Ando sappiamo che aveva un figlio, morto annegato in mare. In seguito a questo fatto, la moglie lo ha lasciato. Ando rimase sconvolto dalla perdita del figlio ed il rimorso di non averlo potuto salvare condannerà tutti. Bene, Ando un giorno torna a casa e incontra Mai (la donna che lo aiutava) , c’è poco da dire, vanno a letto insieme (peccato che lei non parli… questo fatto, più il fatto di volerlo fare a luci spente mi avrebbe impensierito, ma vabbè i protagonisti a quanto par devono essere stupidi…). Il giorno dopo Mai scompare e Ando scopre che Mai era morta qualche giorno prima. Com’è possibile? Semplice: Mai è stata trovata su un tetto, dentro una rientranza (non so come chiamarla… credo fosse un silos ma non ricordo), morta dopo aver partorito. Ma come? Mica qualche settimana prima aveva il ciclo? Bè, ecco la vera funzione della cassetta: chi guarda la cassetta ed è fertile (insomma, subito dopo il mestruo), resta incinta (ovviamente solo donne). Il feto cresce velocemente e in una settimana la donna si vede “costretta” a trovare un posto simile a un pozzo per partorire. Ovviamente la madre non sopravvive. Ma cos’è il figlio che nasce? Semplice, un clone di Sadako (che cresce forse anche più velocemente del feto). La cassetta genera un virus che permette ciò. Perché? Allora nel primo si dice che Sadako era malata di “femminismo testicolare”, cos’è? Quello che sembra: era una donna ma con i testicoli. Di conseguenza non può partorire. Indovinate qual è il sogno di Sadako? Esatto, avere bambini. Ecco la vera funzione della cassetta. Ando, in tutto questo, cosa centra? Sarà l’eroe che salverà il mondo? (ricordo che c’era un regista che voleva girare un film usando la cassetta…). ehhh…. no. Ryuji non voleva, dall’aldilà, mettere in guardia Ando. Ryuji voleva tornare in vita. Come? Usando uno dei cloni di Sadako. Questi cloni sono in realtà androgini perfetti (a differenza di Sadako “umana”). Il feto è “modificabile” per ottenere il clone di qualcuno. La Mai falsa altri non era che Sadako (come cazzo hai fatto a non vedere che era diversa? E soprattutto… come ha fatto a non sentire che aveva anche altro?), figlia di Mai. Insomma, la Sadako clone fa un figlio, Ando lo modifica, inserisce il DNA di Ryuji e puff! Ecco Ryuji in vita, tutto contento di “poter essere in prima fila per la fine del mondo” (sì, Ryujo nel primo disse che se il mondo doveva finire, lui voleva un posto in prima fila. È tornato in vita per vedere il mondo collassare). Ma Ando perché ha accettato? Vi ricordate il figlio? Ecco, Sadako ha accettato di fare DUE cloni “usabili”, uno per Ryuji, uno per il figlio di Ando.

Allora, questi sono i miei ricordi. Magari le cose erano leggermente diverse ma non credo di aver fatto troppi casini coi ricordi. (ho trovato un riassunto migliore del mio qui XD )

Loop

“Loop” è il terzo. Di Loop ricordo ancora meno del due e il motivo è semplice: la storia, almeno per 3\4, sembra non centrare nulla con i precedenti. Ma andiamo con calma.

Di “Loop”, non esiste la versione cinematografica. Inoltre la Wikipedia italiana non mette la trama né di questo né di Spiral (per questo manca il link). Come già detto, non ricordo molto di Loop, a parte (davvero) particolari e il finale.

Particolari che ricordo sono un medico di nome Kaoru Futami il cui padre si è ammalato di un cancro “virale”, (devo affidarmi alla wiki inglese, seriamente ricordo ben poco) una nuova malattia simile al cancro ma causata da un virus (spero di ricorda re giusto :P). In ospedale incontra una certa Reiko, lì perché il figlio aveva contratto la malattia. Inutile dire che scoppia la scintilla. A questo punto vi chiederete. Ma che c’entra con Ring? Abbiamo lasciato un mondo sull’orlo del collasso per colpa del virus “RING”, ma questa malattia sembra non centrare nulla… Lo scoprirete solo alla fine. Bè, dopo che il figlio di Reiko parla con Kaoru accusando lui e la madre di desiderare la sua morte (insomma “se io non ci fossi mamma non dovrebbe venire qui sempre, potreste farlo a casa invece che in ospedale, avrebbe il tempo per vivere la sua vita”. Non sto scherzando, il bambino lo dice apertamente a Kaoru), Kaoru decide di partire (non ricordo se era per studio o perché aveva trovato la via per la cura… comunque sia se ne va). Durante il suo viaggio il ragazzo scopre un’ esperimento a cui il padre aveva lavorato (si parte con l’horror finalmente?): simulazione di realtà virtuale, chiamato LOOP (a quanto pare no). Cos’è LOOP? Un programma quasi perfetto per simulare l’evoluzione umana dall’origine fino ai giorni nostri. Il progetto sembrava funzionare perfettamente, fin quando sorse un piccolo problema: Sadako. (eccolo lì! Ring e Spiral non sono mai avvenuti in realtà XD) Ora, tutto questo che c’entra con il virus cancerogeno? In realtà nulla… è Kaoru il vero problema. Nel suo viaggio Kaoru incontra un vecchio collega di suo padre (non mi ricordo bene sinceramente, non ricordo se era un collega o addirittura il padre… ma non mi pare), che gli racconta della vicenda di Ring e l’inizio di Spiral (sì, perché in LOOP la storia sta andando avanti mentre i due parlano). Cos’è successo? Questo vecchio adorava Ryuji, lo trovava un genio e trovava sprecato il fatto che si trovasse in un simulatore (iniziate a capire?). Ebbene, lo clonò, riuscì a portarlo nel mondo reale. Il clone di Ryuji però aveva una particolarità: era immune alla nuova malattia. Perchè? Non si sa. Bisognava scoprirlo per creare il vaccino. Comne? Riportando Ryuji in LOOP. Il vecchio ha preparato il tutto per il ritorno di Ryuji a “casa” (i messaggi dall’ ”aldilà”). Ma Ryuji dov’è? Ovvio, è Kaoru. Kaoru decide così di abbandonare la sua vita (se ci pensate fa l’esatto contrario di quel che fa Ando), tornando in LOOP. LOOP è destinato all’oblio, un mondo in cui solo Sadako vivranno (un’unica esistenza genetica, alla prima malattia verranno spazzate tutte perché non impossibilitate ad evolversi). In ogni caso, le persone che lui amava (Reiko in primis) potranno osservarlo da fuori, senza che lui possa ricambiare quello sguardo.

Questa la vera fine di The Ring. Bene, pareri personali: in realtà i romanzi mi sono piaciuti. Nonostante il finale che ti lascia di sasso, nonostante certe cose che ti chiedi “ma perché?”, Loop mi ha lasciato abbastanza di sasso. Un horror che si tramuta in una storia di fantascienza… beh altro non dico su Loop e i romanzi, ho già parlato abbastanza, però vi lascio con una piccola sinossi e qualche chicca scoperta praticamente facendo questa “recensione”XD.

FILM

americani:

The Ring (il film da cui è partito tutto per me)
Rings (short film)
The Ring 2 (il seguito di quello americano, tra l’altro il regista è lo stesso di quelli giapponesi)

giapponesi

Ring – Kanzeban (scoperto solo ora, primo vero film per la tv da cui tutto è partito)
Ring 
Ring 2 (1999)  (il seguito diretto)
Ring 0: Birthday (il prequel, la storia di Sadako)
Spiral
Sadako 3d (nuovo film del 2012, dovrebbero farne un sequel)

drama (scoperti solo ora…)

Ring – The final Chapter
Rasen 

coreano

Ring Virus  (Scoperto ora ora, lo voglio vedere… magari mi farò una maratona XD)

Approfondimenti:

Koji Suzuki 
Sadako
Samara

ROMANZI

Ring (romanzo)
Spiral (link inglese)
Loop (link inglese)
The Birthday anthology  (questo l’ho appena scoperto….)
S ( pure questo… basato sul nuovo film di Sadako)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...